Cos’è il leap smearing?

Un Leap Smear è una tecnica di diffusione o "spalmatura" del tempo su un periodo di ore per tenere conto dei secondi intercalari. I secondi intercalari sono aggiustamenti periodici che comportano l'aggiunta di un secondo al tempo universale coordinato (UTC) per mantenere l'ora UTC sincronizzata con la rotazione sempre più lenta della Terra.

Questi secondi intercalari possono creare problemi ai sistemi IT e al codice software che richiedono la sincronizzazione dell'ora con altri sistemi per ottenere risultati accurati. Quando un'applicazione o un servizio interagisce con un altro sistema che non ha tenuto conto di un secondo intercalare (o viceversa), è possibile che si verifichino errori con il monitoraggio e la segnalazione degli eventi, il mantenimento delle repliche aggiornate e sincronizzate, la determinazione dell'ordine delle operazioni sui dati e altro ancora. risultato.

Per prevenire questo tipo di problemi, aziende come Google, Amazon, Microsoft e Akamai hanno utilizzato i leap smears nei loro servizi NTP (Network Time Protocol) per aiutare a prevenire il potenziale di problemi IT critici associati ai secondi intercalari.


Lo smear del salto lineare di Google in 20 ore

Per il secondo intercalare più recente del 31 dicembre 2016 (così come nel 2012 e 2015), Google ha utilizzato uno striscio lineare di 20 ore, in cui Google rallenta gli orologi del server NTP dello 0.0014% per 10 ore sia prima che dopo il salto secondo per tenerne conto senza interrompere applicazioni e sistemi che dipendono dalla sincronizzazione dell'ora.

Configurando le impostazioni di rete per utilizzare time.google.com come server NTP predefinito, le aziende possono garantire che i propri sistemi e app saranno in grado di gestire i secondi intercalari. In alternativa, le aziende possono accedere a una varietà di diversi servizi NTP che utilizzano altre forme di leap smearing per aiutare a prevenire potenziali problemi di leap second.

Altre tecniche di Leap Smear e una proposta per uno Leap Smear standardizzato

Sfortunatamente, molti di questi servizi NTP gestiscono il leap smear in modo diverso, che va dal leap smear di Google di 20 ore a quello di Amazon e di Microsoft di 24 ore, o dallo smear di Bloomberg after-the-leap su 2,000 secondi a quello di UTC-SLS prima del-the- salto lineare di striscio su un intervallo di 1,000 secondi.

A causa di queste diverse tecniche di leap smear, le aziende che combinano diversi servizi NTP leap smearing potrebbero creare potenziali problemi per le loro applicazioni e sistemi. Per aiutare a prevenire questi problemi, Google sta cercando di abbandonare il leap smear di 20 ore utilizzato nel 2012, 2015 e 2016, e utilizzare invece una pratica standardizzata di leap smear di 24 ore per il futuro.

Questo striscio lineare standardizzato di 24 ore proposto andrebbe da mezzogiorno a mezzogiorno UTC e verrà utilizzato per il secondo intercalare successivo dopo il secondo intercalare del 2016, che dovrebbe verificarsi nel 2018.


Lascia un commento