I 10 datori di lavoro più desiderabili per i giovani professionisti

Un sondaggio di Academic Work mostra che Google è atterrato al primo posto tra i datori di lavoro più attraenti per i giovani accademici. Il seguente riassunto del rapporto YPAI 2021 mostra chi altro c'è nella lista dei desideri.

Nel sondaggio condotto da Academic Work con l'istituto di ricerca d'opinione Kantar, oltre 14.500 giovani professionisti di Svezia, Danimarca, Norvegia, Finlandia, Germania e Svizzera sono stati esaminati per il loro datore di lavoro più popolare e i criteri per questa scelta. Il risultato è stato il cosiddetto YPAI Report 2021 (Young Professionals Attraction Index), con i seguenti risultati:

Brand tedeschi forti e attori globali in Germania

Secondo il rapporto, i giovani accademici sono molto attratti sia da aziende tedesche tradizionali con carisma in tutto il mondo sia da organizzazioni globali che sono molto attive in Germania. Il vincitore è Google, come rivela il sondaggio. Porsche, Daimler e BMW seguono nell'ordine nella lista dei migliori. Il lavoro accademico attribuisce questa scelta al successo dello spostamento verso i veicoli elettrici, che ha apparentemente spinto lo scandalo del diesel nella nebbia dell'oblio. Questo permetterebbe anche di concludere che il lavoro che si vuole intraprendere dovrebbe avere un significato per quanto riguarda l'ambiente, i miglioramenti sociali e la transizione energetica. Bosch arriva al quinto posto, seguito da SAP, Audi, Microsoft, Siemens e Apple al decimo posto.

Questo rende anche i datori di lavoro attraenti

Il rapporto YPAI analizza anche quali criteri i giovani universitari in Europa vogliono avere soddisfatti prima di decidere di candidarsi per un lavoro in una società. Con il 69 per cento, stipendio e benefici guidano il gruppo. Circa il 66% considera particolarmente importanti l'atmosfera di lavoro, la cultura aziendale e i futuri colleghi. La flessibilità e l'equilibrio tra lavoro e vita privata sono favoriti dal 63%. La metà non si preoccupa del tipo di compiti che dovrebbero svolgere. Anche nel centrocampo c'è la sicurezza del lavoro.

Per quanto riguarda l'attrattiva della e-mobility di cui sopra, tuttavia, è sconcertante sentire che l'impegno sociale e gli sforzi di sostenibilità di un datore di lavoro sono importanti solo per il 32% degli intervistati. La governance aziendale e la qualità del management non contano per il 70% dei giovani professionisti. Solo per un quarto dei giovani universitari il prestigio di un'azienda è un motivo per candidarsi.

Questo articolo proviene dal nostro portale partner Maschinenmarkt.


Lascia un commento